sabato 13 settembre 2014

Croazia in kayak da mare: Pag, Murter, Vir

Durante il mese di agosto 2014 ho passato le ferie in Croazia.
Non erano mirate al kayak ma qualche giretto l'ho fatto ugualmente: ecco qualche dritta.

 Isola di Pag.
E' un'isola molto estesa, brulla, specialmente nel lato esposto a bora che guarda la terraferma ed i monti Velebit.
La caratterizzano due ampi golfi interni, praticamente chiusi, che io però non ho visitato.
Noi abbiamo fatto base al Camping Simuni: enorme, ma tutto sommato abbastanza tranquillo.
Ho esplorato la costa a SW del campeggio sino all'isolotto Lukar e al paesino di Proboj.
L'acqua è molto pulita, scarso movimento di barche anche in pieno Agosto.
Questa costa è bella ma un pò monotona, macchia mediterranea o pineta che arriva al mare, scogliera bassa e qualche rara spiaggetta.
Dal lato opposto ho risalito per un pò la costa verso Mandre, ma ho trovato case costruite selvaggiamente in riva al mare ed ho girato...la prua.
Di fronte abbiamo l'isola di Maun, che dovrebbe essere una meta interessante: da Proboj il giro completo, compresa l'isoletta di Skrda, sono circa 42 km, una giornata intensa di navigazione o due giorni relax.
Imbarco comodo dal porticciolo e parcheggio anche in estate. Coordinate 503190 4916645

 Da Pag, le isole di Maun e Skrda, sullo sfondo Lussino

 

 

 Isola di Vir.
Ahimè, da scordare. Solo un breve tratto sulla costa E è interessante, per il resto è tutto costruito.
I golfi interni verso la terraferma sono strani, anche interessanti, ma in qualche modo lacustri...mah?

 Isola di Murter.
Andiamo meglio.
Malgrado la presenza di due grossi porti turistici, la costa è per ora quasi del tutto integra.
Io ho esplorato la costa E, dove ci sono punti di entrata in acqua comodi e tranquilli: l'acqua è splendida, c'è alternanza di calette e scogliere.
Due buoni punti d'imbarco sono la cala di Sveti Nikola (550781 4847211), con un porticciolo, e la Baia di Koromasnica con una mini spiaggetta ghiaiosa (550276 4847927), che fuori stagione si presta per bivaccare.
Via terra si raggiungono dal paese di Jezera con buone strade sterrate segnalate con cartelli marrone.
Di fronte a Sveti Nikola abbiamo i tre isolotti di Vodnjak, Babuljak e Kukuljar col faro, ma ci sono molti altri isolotti comodamente raggiungibili con brevi (o meno brevi) traversate.

Gli isolotti Vodnjak, Babuljak, Kukuljar


A SE e a NW ci sono arcipelaghi di piccoli isolotti boscosi disabitati, che valgono giri di più giorni.
E' anche possibile raggiungere da qui le Kornati, passando di isola in isola con traversate di 4-5 km generalmente interrotte da isolotti.
Occhio però al maestrale, io l'ho visto arrivare teso e sopratutto improvviso, su una traversata mi avrebbe messo in difficoltà.

 arriva il brutto tempo sulla Baia Kosirina


  In kayak nella baia di San Nikola, sullo sfondo le Kornati

 

Koromasnica

 Verso l'Isola Prisnjak col suo faro

Se vi interessa, il faro di Prisnjak viene affittato...




Prisnjak

Tre kayak a Murter, sullo sfondo le isole Kornati



video

2 commenti:

  1. Belle isole, bel blog, bello sfondo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,
      è un piacere ed un onore ricevere un commento così da te.
      A presto
      Michele

      Elimina